Come incomincia l’innamoramento?

Benvenuto nella rubrica problemi di cuore, in cui puoi esporre le difficoltà che incontri nel rapporto con le persone che ami, gli amici, sul lavoro o le sofferenze di tipo psicologico.

Scrivi la tua lettera e inviala a:

posta del cuore

oppure direttamente a:

cristina.cattaneo@hotmail.it


e riceverai una risposta personalizzata su questa rubrica di Alberoni magazine da Cristina Cattaneo, psicologa e psicoterapeuta.


Come incomincia l’innamoramento?

In molti modi: come ammirazione improvvisa per la bellezza, come attrazione fisica, come fascino e mistero ma altre volte incomincia come voler bene, essere interessato a quella persona, provare tenerezza, desiderio che sia contenta, domandarsi se si trova a suo agio, chiedersi cosa può fare per lei. C’è, spesso, agli inizi dell’innamoramento una tenerezza spontanea, un desiderio di donare. La gente, all’esterno vede l’innamorato che desidera, che chiede che afferra, ma all’interno lui vuol donare. L’origine dell’amore non è un   chiedere, ma un donare. L’amore si presenta come volere il bene dell’altro.  Prima del Mi ami?  viene sempre il Ti amo.

Ultimi articoli

  • Chi è il maestro dell’intelligenza artificiale? di Giusy Cafari Panico
  • Freud e la barriera contatto di Riccardo Zerbetto
  • Il passato mi impedisce di amare di Cristina Cattaneo Beretta
  • Ancora un caso di dipendenza affettiva di Cristina Cattaneo Beretta
  • La teoria del sè nella psicologia della Gestalt di Riccardo Zerbetto
  • La teoria del sè nella Gestalt di Riccardo Zerbetto

Iscriviti alla newsletter

Back to Top
×