Due persone innamorate fanno all’amore come due che non lo sono?

Benvenuto nella rubrica problemi di cuore, in cui puoi esporre le difficoltà che incontri nel rapporto con le persone che ami, gli amici, sul lavoro o le sofferenze di tipo psicologico.

Scrivi la tua lettera e inviala a:

posta del cuore

oppure direttamente a:

cristina.cattaneo@hotmail.it


e riceverai una risposta personalizzata su questa rubrica di Alberoni magazine da Cristina Cattaneo, psicologa e psicoterapeuta.


Due persone innamorate fanno all’amore come due che non lo sono?

No. Due persone che non sono innamorate, dopo aver fatto all’amore sono sazie, si separano, si addormentano. Spento il il desiderio ardente, possono provare perfino fastidio a trovarsi accanto quel corpo estraneo che prima desideravano tanto. Alcune arrivano addirittura ad alzarsi e andarsene. Le persone innamorate, invece, anche dopo il piacere dell’orgasmo continuano a piacersi, a desiderarsi. Si stringono, si abbracciano, si baciano, si accarezzano, parlano di se stessi e del piacere che si sono dati e poi, dopo un po’, tornano a fare all’amore. Spesso si addormentano stretti l’uno all’altro e quando si separano, ogni tanto, nel sonno, si toccano per sentire se l’altro è vicino. Poi, appena si risvegliano si cercano nuovamente. Il semplice sesso, placato il desiderio, vuole il distacco; l’innamoramento la vicinanza.

Ultimi articoli

  • Il gioco del pollo di Luigi Vellone
  • Sesso e  cuore di Francesco Alberoni
  • Il funambolo come metafora della vita e dell’amore di Claretta Ajmone
  • Un mondo prevedibile di Cristina Cattaneo Beretta
  • Turismo: dal mito alla meta di Rosantonietta Scramaglia
  • I proletari affettivi di Cristina Cattaneo Beretta

Iscriviti alla newsletter

Back to Top