E’ vero che alle ragazze si innamorano più facilmente di un mascalzone che quello bravo e perbene?

Benvenuto nella rubrica problemi di cuore, in cui puoi esporre le difficoltà che incontri nel rapporto con le persone che ami , gli amici, sul lavoro o le sofferenze di tipo psicologico.

Scrivi la tua lettera e inviala all'indirizzo email:

redazione@alberonimagazine.it,

oppure a:

cristina.cattaneo@hotmail.it.

e riceverai una risposta su questa rubrica di Alberoni magazine.

E’ vero che alle ragazze si innamorano più facilmente di un mascalzone che quello bravo e perbene?

Sì, ai loro occhi il ragazzo bravo e perbene è prevedibile, noioso, non promette eccitamento, avventura, divertimento, vita brillante, cosa che fa il mascalzone sbruffone, infedele ma sicuro di sé, che le trascina da un locale all’altro, le fa ballare, le stordisce con continue novità. Questo comportamento è frequente soprattutto nelle ragazze giovani che confondono la sfrontatezza, il modo di fare brillante e arrogante con la vera forza virile. Col passare degli anni, però, ogni donna impara a distinguere lo sbruffone dall’uomo realmente forte, dotato di fascino e capace di dolcezza.

Ricordiamo che la donna vuol essere sempre lei a scegliere, a decidere, sa e vuole lottare contro una volontà maschile che cerca di sedurla. Ma, ad un certo punto, le piace anche cedere alla seduzione ipnotica della voce bassa sussurrata nell’orecchio che la lusinga e la eccita. Magari con parole impudiche.

Ultimi articoli

  • Il funambolo come metafora della vita e dell’amore di Claretta Ajmone
  • Turismo: dal mito alla meta di Rosantonietta Scramaglia
  • I proletari affettivi di Cristina Cattaneo Beretta
  • I nuovi paria di Francesco Alberoni
  • “O’ femminiélli” tra ritualità e fluidità di genere di Massimiliano Gianotti
  • La lunga guerra di Francesco Alberoni

Iscriviti alla newsletter

Back to Top