Perchè non mi sono mai innamorata?

3 Agosto 2019



Perchè non mi sono mai innamorata?
rubrica 19
Buongiorno dott.ssa Cattaneo,
Mi chiamo Vera e ho 34 anni. Credo di non essermi mai innamorata sul serio in vita mia, si certamente ho avuto delle storie medio lunghe tra cui una convivenza durata due anni ma dopo un periodo iniziale di euforia e di desiderio credo non sia nata la fusione delle anime, dei caratteri, poca affinità e complicità assente. Mi ha data per scontata nel tempo e non ridevamo mai insieme, mi capitava di guardare le altre coppie e di essere quasi invidiosa. Dopo due anni di convivenza sono entrata in crisi, ansia a non finire. Come sempre il mio corpo mi ha segnalato che non stavo bene. Ci siamo lasciati ma dopo qualche mese ci siamo rivisti ad una festa e siamo finiti a letto. Abbiamo riprovato a frequentarci ma c’era sempre un ma. Stavo con lui ma sognavo il grande amore. È finita di nuovo. Lo sogno ancora però, di recente ho sognato che si era fidanzato  con un’altra ragazza e mi ha dato un po’ fastidio, forse perché non sono più sul “trono”. Ad ogni modo non tornerei con lui. Ho voglia di conoscere nuovi uomini e forse questi sogni mi stanno indicando altro.
Io credo fortemente nell’amore, quel sentimento che lega due corpi due anime e i loro sogni. Non smetterò mai di crederci nonostante non l’abbia ancora incontrato. Ho un bel lavoro che mi piace, sono una bella ragazza e ho molte amicizie. Sono indipendente e non ho paura di godere della mia solitudine. Una paura però c’è, ed è quella di non incontrare mai la persona giusta.. ho il timore che il mio cuore non batterà più per qualcuno e questo un po’ mi spaventa.. a volte ho come l’impressione di aver così tanto bisogno di emozioni come l’aria che respiro. Ieri si è sposata la mia migliore amica, mentre gli sposi ballavano e si guardavano negli occhi pensavo tra me e me, chissà cosa staranno provando? E da lì una commozione fortissima. Io so che esiste.. vorrei solo arrivasse anche per me.
Spero non sia solo una grande illusione. Complimenti per la sua rubrica e grazie.

 

 

Perchè non mi sono mai innamorata?

E‘  difficile rispondere a una domanda come la sua.  “ Perchè non mi sono mai innamorata? Perché vedo gli altri che si innamorano e si, provo invidia per loro?” 

Freud nel suo breve saggio sul Narcisismo ipotizza che la donna (che sa di essere bella) sia più orientata a investire su se stessa più che su un uomo. Tende a innamorarsi meno. Gradisce più essere amata, corteggiata.

Per innamorarci dobbiamo uscire da noi stessi, dalle zone sicure. Forse ha incontrato qualcuno di cui poteva innamorarsi, ma ha avuto paura e lo ha evitato quasi senza accorgersene. La mia ipotesi, ma non la conosco è che lei nella vita abbia  imparato a stare  al sicuro.  Ma come è noiosa l’esistenza quando non si ama!  Se mi apro posso essere ferito, posso soffrire, posso gioire: perchè  posso sentire. 

Si immagini se D’Annunzio fosse andato nel bosco con l’impermeabile e senza Ermione. Non si sarebbe bagnato, e noi non avremmo una poesia come la pioggia nel pineto.  In effetti lei mi ha ricordato a cosa servono i poeti, i musicisti, gli artisti, gli scrittori, a far risuonare la nostra sensiibilità e quanto sono indispensabili oggi che tutto è protocollo, burocrazia, precedura. L’amore è una piccola cosa ma l’unica nella quale siamo unici. La persona che ami non la puoi sostituire. 

Il suo problema non deriva dal suo fidanzato, che forse ha paura come lei di lasciarsi andare.   Il vero innamoramento lo riconosciamo perché ci cambia, ma di solito ci innamoriamo quando abbiamo già iniziato un cambiamento interno.

Chi non si è mai innamorato è come se fosse rimasto sempre sulla superficie della vita.. Quando sono innamorato vado nella profondità; mi accorgo che non basto a me stesso; ho bisogno del mio amato. Ne ho un desiderio spasmodico.  Non mi basto più.  Ma egli tanto conosciuto è anche inconoscibile.  

È un’avventura la scoperta di un’altra persona, amata.  Il frammento di Eraclito “confini dellanima, andando, non li troverai, neanche se percorrerai tutta la strada; così profondo è il logos che le appartiene» può essere applicato all’uomo, alla donna che si amano. 

Le do alcune suggestioni: si occupi dell’amore.  Rilegga il cantico dei cantici,  il famoso inno a San Paolo. Il simposio di Platone. Legga le poesie d’amore dei grandi poeti, i buoni libri, legga gli articoli del nostro magazine. Lei ha necessità di un allenamento a sentire le emozioni profonde e i sentimenti. 

inizi subito a cambiare la sua vita.; non tenga ciò che è inutile per conformismo. Si metta alla prova, sperimenti. Avrà un sogno segreto che ha messo da parte perchè rischioso o strano, ma solo suo.  Su quello incontrerà l’amore.

 

 

 

 

Mandate le vostre lettere, scrivete le vostre domande  a  Cristina Cattaneo Beretta (link);  arriveranno nella sua posta personale.

Inviate l’autorizzazione alla pubblicazione: la privacy di chi scrive sarà tutelata modificando nomi e luoghi, situazioni e la vostra persona resa irriconoscibile .

Condividi questo articolo

Perchè non mi sono mai innamorata?

Cristina Cattaneo Beretta

Cristina Cattaneo Beretta (ha aggiunto il nome della mamma al suo) (email) Laureata in filosofia ed in psicologia a Pavia, psicoterapeuta, dottore di ricerca in filosofia delle scienze sociali e comunicazione simbolica, ha condotto studi sul linguaggio simbolico e il suo uso terapeutico (Cristina Cattaneo Il pozzo e la luna ed Aracne). Studia le esperienze di rinnovamento creativo e i processi amorosi, approfondendo in particolare il tema della dipendenza affettiva. Ha pubblicato con Francesco Alberoni: L’universo amoroso (Milano, 2017 ed. Jouvence), Amore mi come sei cambiato (2019 Milano, ed. Piemme Mondadori), L’amore e il tempo (Aracne 2020).

ARTICOLO PRECEDENTEPROSSIMO ARTICOLO
Back to Top