Una strana gelosia (e la sua cura)

18 Settembre 2019



Una strana gelosia (e la sua cura)
Una strana gelosia (e la sua cura)

Due persone quando si innamorano hanno l’impressione di intendersi perfettamente, di essere due anime gemelle, ma in realtà sono due sconosciuti. Soprattutto quando non sono più giovanissime e ciascuna ha avuto altri amori, è stata fidanzata o sposata, ha vissuto storie felici o tristi, ha provato grandi speranze e amare delusioni. I due innamorati hanno cioè avuto due vite diverse, sono persone diverse che si rivelano l’una all’altra a poco a poco, nel processo di innamoramento. Ciascuno racconta all’altro la sua vita per farsi capire e questi fa lo stesso con lui. È un lento avvicinamento, in cui ciascuno entra nella vita dell’altro.

In questo processo c’è sempre un punto molto delicato: quando entrambi ci raccontiamo i nostri amori passati, le nostre passioni, le nostre esperienze amorose. La donna che amiamo ci racconta le esperienze amorose e sessuali con un fidanzato, con un marito, con un amante. Ci racconta che lo aspettava, che soffriva per lui. Poi tutto e finito e ora ama te, solo te. Ma, mentre lei parla, tu con la fantasia la vedi con lui, e le sue parole si trasformano subito in immagini cinematografiche in cui lei è avvinghiata all’altro e prova piacere erotico. È solo una fantasia, ma se sei innamorato stai male, e non serve nulla dirti che tutto questo è passato.

La gelosia del passato c’è solo quando ti stai veramente innamorando, perché allora vuoi amare tutto della tua amata, vivere la sua vita, e in modo esclusivo. E poiché l’immagine cinematografica te la fa vedere come se quell’atto fosse presente, ne sei geloso, soffri. Se invece non sei innamorato e lei ti racconta i suoi amori passati, o non ti importa nulla, o queste immagini fanno aumentare il tuo desiderio erotico, agiscono come eccitante.

Ed ecco il problema: abbiamo appena detto che nell’innamoramento i due innamorati per conoscersi hanno bisogno di raccontarsi la propria vita, di far partecipare l’altro ai loro amori e ai loro dolori. Ma se lo fanno possono incontrare la gelosia. Cosa fare allora? Per evitare questa gelosia dobbiamo tacere, dire vagamente che abbiamo amato qualcuno ma senza indicare periodi, senza dare dettagli senza dire se l’amore è stato felice o tormentoso e come e perché è finita. Alcuni scelgono questa strada del silenzio, non si dicono nulla.

Ma secondo me è sbagliato. L’innamoramento è un progressivo conoscersi ed è fondato sulla verità. Noi dobbiamo raccontare il nostro passato, evitando però di far costruire al nostro amato delle fantasie erotiche. Dobbiamo dire la verità, ma con prudenza, con discrezione, non dobbiamo dargli troppi spunti per farne un film.

Se ci accorgiamo che facciamo dei film del passato, dobbiamo sostituirli con delle fantasie in cui noi siamo in protagonisti. Dobbiamo allontanare i fantasmi e sostituire le nostre storie alle loro. Così, a poco a poco, ricostruiremo insieme un mondo erotico fantastico nuovo e solo nostro. Il mondo erotico ha bisogno di fantasie, ma costruiamo le nostre come un regista costruisce il suo film. Siamo noi i padroni dei nostri sogni, creiamo i sogni che ci rendono felici. Ora sono io che faccio l’amore con la mia donna e lei con me e non siamo più minacciati dai ricordi. E aiutiamo questo processo ricordandoci continuamente che la nostra felicità del presente è superiore a quella del passato. Che se ami e sei riamato hai il massimo che ti possa offrire la vita.

Condividi questo articolo

Una strana gelosia (e la sua cura)

Francesco Alberoni

Laureato in medicina, ordinario di Sociologia a Milano. Ha studiato il divismo L’elite senza potere (1963) ed è stato il fondatore della sociologia dei consumi in Europa: Consumi e società (1964). È il maggior studioso dei movimenti collettivi Movimento e istituzione (1977) e Genesi (1989), è il pioniere degli studi sull’amore: Innamoramento e amore (1979) tradotto in trenta lingue, un tema che ha continuato ad approfondire con L’amicizia (1984) l’Erotismo 1986) Ti amo (1996) Sesso e amore (2006) L’arte di amare (2012) Amore e amori (Edizioni Leima, Palermo, 2016). Con Cristina Cattaneo ha pubblicato L’universo amoroso (2017), Amore mio come sei cambiato (2019) e L’amore e il tempo (2020).

ARTICOLO PRECEDENTEPROSSIMO ARTICOLO
Back to Top