I quattro cavalieri

7 Novembre 2021



I quattro cavalieri
I quattro cavalieri

L’amore è un veicolo potente che apre strade solitamente non pensate. Giovanni il discepolo più vicino al cuore del suo Maestro è riuscito ad alzare il velo sulle altre dimensioni.
La visione dell’Apocalisse insegna a decodificare aspetti sociali e cognitivi del nostro secolo.
I quattro Cavalieri che annunciano avvenimenti terribili sempre in sequenza non arrivano da molto lontano, si sono ambientati bene su questo pianeta e scorrazzano facendo quello che vogliono ovunque.

Oggi il denaro ha invaso con carta spazzatura la nostra mente comprando la scienza, la cura, i sentimenti. Difficile riconoscere e combattere i Cavalieri dell’Apocalisse, rimangono gli antichi testi e il sentimento invincibile dell’Amore con la nostalgia di poterlo riconquistare negli altri, nella fede, nella spiritualità creativa.
Musica, poesia, l’arte di costruire cattedrali dove le vetrate colorate si fondono con il tramonto, impediscono l’accumularsi di rifiuti tossici in ognuno di noi. Il consumare compulsivo distruggendo boschi e mari ha modificato il senso del tempo, lo spazio dell’ascolto. Tutto il denaro si trasforma in armi letali e non in cibo pensato. L’energia umana viene assorbita da macchine senza sentimenti, a volte mi chiedo se il Cavaliere Bianco dell’inganno che ci cura e libera sia nel mio giardino e aspetta gli amici in un tempo eterno e circolare.
Ho cercato su Youtube notizie e interpretazioni bibliche. Nuovi profeti visionari colgono la realtà dietro al velo raccontandola attraverso archetipi collettivi.

Dopo questa informazione storica e creativa l’antico guerriero dentro ognuno di noi si sveglia: “Bene, che si fa? Quali armi possono funzionare contro questi Signori?”
Se lasciamo che l’Amore guidi la triade dei nostri cervelli Davide sconfiggerà come sempre Golia. La vittoria è l’illuminazione collettiva delle coscienze, il risveglio divino del cuore.

Poichè i Cavalieri come in Matrix si presentano in sequenza la battaglia inizia col cavallo bianco, il grande ingannatore, quello che accende la speranza di una pace mondiale con cure e cibo per tutti dopo aver distrutto religioni, stati sovrani miscelando razze, tradizioni e sentimento di appartenenza.
La vera battaglia è dentro di noi: la tentazione di un Babbo Natale carico di luci e doni che soddisfa ogni desiderio, surrogato di amore che nasconde le catene della schiavitù.

La prima porta è quella verso gli altri, la condivisione tranquilla e silenziosa di quello che ho e di quello che so.
La distribuzione di quello che realmente serve alla vita cancella le fiabe crudeli e le promesse del gatto e della volpe che ingannano Pinocchio.

Condividi questo articolo

I quattro cavalieri

Rossana De Angelis

Psicologa, PHD in human behaviour presso la Jolla University, San Diego – California. Specializzazione in psicoterapia neofreudiana presso “A.S.P.” , junghiana presso “C.I.P.A”; in riabilitazione neuropsicologica clinica presso “LoeWenstein Hospital”, con il prof. Rahamani, Israele, specializzazione in Gruppoanalisi.

Back to Top