Il moto ondoso dell’amore

16 Ottobre 2018



Il moto ondoso dell'amore
Il moto ondoso dell'amore

In tutte le relazioni, perfino in quelle più stanche, appaiono spontaneamente dei momenti di amore, di tenerezza, in cui siamo presi da un attacco d’amore. Questi momenti sono in realtà dei risvegli dell’incantesimo delle origini. Magari lo prova solo uno dei due, ma l’altro non deve chiudere il suo cuore, deve ascoltare e rispondere, e allora vedrà con stupore che anche il suo animo si apre. Basta un gesto, un abbraccio, una carezza, un ricordo e il fuoco dell’amore si risveglia. Perché l’amore ha lo straordinario potere di rinascere, di rivitalizzarsi. Ma di solito noi non facciamo nulla perché si riaccenda, lasciamo cadere l’occasione, dimentichiamo l’invito.

Ci sono infatti regole anche per persone che si amano e vogliono che il loro amore non declini, ma continui a crescere. E possono essere utili anche in certe coppie innamorate e il cui amore va spegnendosi.

C’è una strada con cui si può riaccendere il fuoco dell’inizio, rinnovare l’ardore della passione. L’amore che dura è la conseguenza di un rapporto ingenuo e sincero, del candore, della verità, della libertà, della capacità di parlare, del desiderio di piacere. E può rinascere continuamente se sappiamo cogliere l’occasione. Volendo usare una immagine marinara noi sappiamo che, per partire con una barca a vela, dobbiamo aspettare che ci sia un po’ di vento e, quando siamo in bonaccia, basta una folata per poterci muovere, ma in tutti i casi dobbiamo essere pronti a coglierla e abili nella manovra. Perché anche l’amore è un succedersi di onde e di folate di vento che ora ci spingono ora ci rallentano, ma il bravo navigante le sa utilizzare come vuole. Questa è l’arte di amare.

Condividi questo articolo

Il moto ondoso dell'amore

Francesco Alberoni

Laureato in medicina, ordinario di Sociologia a Milano. Ha studiato il divismo L’elite senza potere (1963) ed è stato il fondatore della sociologia dei consumi in Europa: Consumi e società (1964). È il maggior studioso dei movimenti collettivi Movimento e istituzione (1977) e Genesi (1989), è il pioniere degli studi sull’amore: Innamoramento e amore (1979) tradotto in trenta lingue, un tema che ha continuato ad approfondire con L’amicizia (1984) l’Erotismo 1986) Ti amo (1996) Sesso e amore (2006) L’arte di amare (2012) Amore e amori (Edizioni Leima, Palermo, 2016). Con Cristina Cattaneo ha pubblicato L’universo amoroso (2017), Amore mio come sei cambiato (2019) e L’amore e il tempo (2020).

Back to Top