Trasformazioni e innamoramento maturo

20 Novembre 2019



Trasformazioni e innamoramento maturo
Trasformazioni e innamoramento maturo

Anche nella persona più stanca, più vecchia, l’innamoramento è come un risveglio. Il mondo non appare più grigio come lo era fino ad allora, ma si rivela stupefacente. Anche se l’anziano può tormentarsi e sentirsi lacerato dalla scelta fra passato e futuro, non riesce più a recidere il nuovo legame che ha stabilito o che sta sognando di stabilire per tornare al suo stato precedente come se nulla fosse accaduto. Lo stato nascente è infatti una esplorazione del possibile che permette di scoprire o riscoprire l’assoluto, la bellezza, la poesia.

Solo per citare qualche caso, l’innamoramento di un anziano con tutti i sintomi dello stato nascente lo troviamo nell’industriale sessantenne descritto in La Califfa, il film diretto da Alberto Bevilacqua tratto dal suo omonimo romanzo del 1964. Lì viene descritto il bisogno provato da quell’uomo maturo di liberarsi dalle menzogne e dai compromessi nei quali è vissuto fino ad allora, il bisogno di fare l’esame di coscienza, di mettere in discussione il proprio passato: “l’ardore ritrovato, quel calore crescente che dilatava i confini della fantasia, ora erano gli anni lontani a spingerlo, dalla sua coscienza, nel suo sangue, nel suo cervello, nelle sue mani” …“Sì, egli era davvero rinato (…) era di nuovo il ragazzo di pelo rosso riportato di nuovo al punto di partenza, dopo un lungo tragitto sbagliato. (…) sembrava ringiovanito di vent’anni”.

Ed è proprio l’innamoramento che porta a trasformare se stessi a ogni età. Di queste trasformazioni impreviste e spesso radicali e rapidissime ne abbiamo testimonianze ogni giorno nella vita quotidiana e nella letteratura, nel cinema.

Quando un uomo di successo arriva a una certa età e ha acquisito nuovi mezzi di seduzione come il potere e il denaro, allora, la volontà di abbandonare la routine quotidiana lo porta a nuovi amori, che divengono occasione di mutare il look esteriore e i suoi modi di vita. E, se tali cambiamenti sono spesso accolti con senso critico dagli altri, vengono invece vissuti dai protagonisti come uno stato di pienezza e di accresciuta autostima.

Il sessuologo Willy Pasini, a 59 anni raccontava di sé che, quando si innamorava, si toglieva la cravatta, si metteva abiti più colorati, diventava più sportivo. Maurizio Costanzo, dopo il matrimonio con Maria De Filippi, fa la prima dieta dimagrante riuscita. Altri, con il nuovo amore, trasformano la propria casa. Carlo De Benedetti, a 64 anni, ha trasformato le pareti grigie di casa colorandole di tinte calde, e ha rivestito i divani neutri con del velluto rosso. Si mostrava abbronzato tutto l’anno ed è partito in vacanza nel Sud America. Anche Luciano Pavarotti, a 62 anni, con la sua nuova compagna ventottenne si concedeva vacanze più lunghe ai Caraibi e ascoltava la musica pop.

Il cinema americano non si è lasciato sfuggire questa nuova tendenza e prende l’amore di un uomo maturo per una giovane donna come tema per Bulworth – Il senatore, un film del 1998 diretto da Warren Beatty, dove un senatore innamoratosi di una ventenne nera diventa un rapper e usa uno slang aggressivo.

Condividi questo articolo

Trasformazioni e innamoramento maturo

Rosantonietta Scramaglia

Laureata in Architettura e in Lingue e Letterature Straniere, ha conseguito il Dottorato in Sociologia e Metodologia della Ricerca Sociale. Ha compiuto studi e svolto ricerche in Italia e in vari Paesi. Attualmente è Professore Associato in Sociologia presso l’Università IULM di Milano. È socia fondatrice di Istur – Istituto di Ricerche Francesco Alberoni. È autrice di oltre settanta pubblicazioni fra cui parecchie monografie.

Back to Top