Gli altri mi sono indifferenti

19 Giugno 2021



Gli altri mi sono indifferenti
Gli altri mi sono indifferenti

Per molti anni ho amato un uomo che aveva, oltre a essere sposato, altre amanti che duravano poche settimane. Un giorno sua moglie lo ha cacciato e  lui è venuto a stare da me. Ero felicissima, ma è durata neppure un anno. Mi sono accorta che continuava ad avere delle amanti. Allora ho protestato  e mi ha lasciato. Ho fatto la cosa giusta, perché sentivo di non essere amata, ma ora sono sola. Non so se il problema sia stato il modo (gli ho fatto una scenata), oppure che non teneva a me.

Ho cercato la compagnia di altri uomini ma non scalfiscono il ricordo che ho di lui.

Catia

Cristina Cattaneo Beretta

L’amore trepidante, lungo, così monogamico che lei ha vissuto, non si è mai realizzato come amore reciproco: tra voi ci sono sempre state  altre donne. Una situazione che più si protrae più crea una disparità.

Mentre l’uomo che lei amava ha sempre avuto altre donne con cui uscire, confrontarsi, divertirsi,  lei si è progressivamente privata di ogni altro rapporto. Si è isolata dal mondo in attesa del suo amore totale.  È questo tempo dell’attesa che caratterizza la dipendenza affettiva che ha vissuto.

Inoltre quest’uomo è venuto da lei perché la moglie lo ha lasciato. Non ha fatto una scelta. Non ha vissuto il dilemma  che ogni scelta sofferta comporta.

Capisco che lei viva anche delle recriminazioni perché lui se n’è andato dopo che lei gli ha fatto una scenata. Ma se lui fosse stato innamorato di lei, non sarebbe scappato via così velocemente.  Credo che più probabilmente abbia colto l’occasione di andare via, perché non vuole problemi, pressioni e vuole restare libero.

Guardando avanti, il suo problema è però un altro. Vorrebbe conoscere un altro uomo ma non prova un reale desiderio di interessarsi a un altro.

Questo è dovuto al fatto che non ha ancora lasciato il mondo che viveva con lui, in cui lui era il protagonista. Dunque non può sostituirlo con un altro.  Non c’è un altro che lo possa sostituire.

Le sarà necessaria una spassionata analisi del vostro rapporto, che l’aiuti a ridimensionare i doni che quest’uomo le ha dato. Solo il confronto con la cruda realtà  potrà  far scattare in lei un senso di repulsione, un impulso di rottura rispetto al passato. Allora potrà essere completamente libera dalla nostalgia.
Si  accorgerà di essere cambiata quando proverà vera attrazione per un  uomo  che mostrerà di avere caratteristiche di altruismo, di empatia, di disponibilità che al suo vecchio partner mancavano totalmente.

Cristina Cattaneo Beretta

 

Mandate le vostre lettere, scrivete le vostre domande  a  Cristina Cattaneo Beretta (link) .  Riceverete una risposta personalizzata

Condividi questo articolo

Gli altri mi sono indifferenti

Cristina Cattaneo Beretta

Cristina Cattaneo Beretta (ha aggiunto il nome della mamma al suo) (email) Laureata in filosofia ed in psicologia a Pavia, psicoterapeuta, dottore di ricerca in filosofia delle scienze sociali e comunicazione simbolica, ha condotto studi sul linguaggio simbolico e il suo uso terapeutico (Cristina Cattaneo Il pozzo e la luna ed Aracne). Studia le esperienze di rinnovamento creativo e i processi amorosi, approfondendo in particolare il tema della dipendenza affettiva. Ha pubblicato con Francesco Alberoni: L’universo amoroso (Milano, 2017 ed. Jouvence), Amore mi come sei cambiato (2019 Milano, ed. Piemme Mondadori), L’amore e il tempo (Aracne 2020).

ARTICOLO PRECEDENTEPROSSIMO ARTICOLO
Back to Top