Trovare l’uomo giusto a metà della vita è possibile?

1 Agosto 2020



Trovare l'uomo giusto a metà della vita è possibile?
Trovare l'uomo giusto a metà della vita è possibile?

Ho quarantadue anni, sono separata da 9 e da allora ho avuto due lunghe relazioni, finite male e alcuni flirt, finiti altrettanto male. Mi colpisce il fatto che, a volte, ho la sensazione di incontrare l’uomo “giusto”, con il quale condivido interessi, ambizioni, stile di vita. Ma è come se in me scattasse una autocensura che mi blocca. Poi incontro persone senza i requisiti che ho esposto e, non so perché, sono disinvolta e mi lancio in una relazione che, però mostra, presto o tardi, i limiti che avevo già intuito e mi ritrovo sola. Ora sono fidanzata con un uomo separato con un figlio e la situazione mi sta già sfuggendo di mano. Perché non imparo mai dagli errori passati?

Piera

 

Trovare l'uomo giusto a metà della vita è possibile?cara Piera,

lei è una donna ancora giovane ma con un passato ingombrante, almeno dal punto di vista affettivo. Almeno tre volte ha creduto di star costruendo la sua vita affettiva e tre volte è rimasta delusa. Così per non chiudersi in casa ha continuato a sognare, instaurando flirt di breve durata, che forse la distolgono ma che la lasciano vuota.

Ho l’impressione che il suo problema non sia  dovuto al fatto che lei allontana gli uomini giusti e frequenta gli sbagliati, ma che sia troppo precipitosa nell’avviare  flirt con uomini che conosce appena: per questo quando poi le cose vanno male lei pensa che il motivo sia aver frequentato un uomo piuttosto che un altro. Ma l’amore non nasce da una scelta a freddo. é un’esperienza che cambia la vita e scaturisce dal riconoscimento tra due persone che sono  in uno stato particolare e  disposte al cambiamento.  E questo  riconoscimento non avviene a caso, ma unisce due persone  che hanno valori fondamentali in comune. Io le consiglio di fare un lavoro su se stessa, per avere consapevolezza dei suoi valori, sapere quali sono i principi non negoziabili per lei. Lei infatti non potrà amare una persona che non condivida questi aspetti 

Detto questo, cosa fare? Io le consiglio di continuare a uscire ma scegliendo accuratamente gli ambienti  e le persone da frequentare: frequenti una comunità  di cui condivide i valori, quelli dove può esprimere se stessa.   Spesso le persone hanno problemi nelle loro relazioni, perchè non hanno un ‘idea chiara dei loro valori e quindi si uniscono con persone del tutto inadatte. Ma nel tempo le differenze vengono drammaticamente alla luce. Io credo che lei non abbia mai fatto l’esperienza di un vero grande amore, per questo è così disorientata. E proprio per questo le sconsiglio  di tenersi alla larga dai flirt senza importanza.  Quando le capiterà, perchè le capiterà di conoscere un uomo che colpisce la sua attenzione, che l’attrae, che le piace, lo trattenga  un po’ a lungo  sulla soglia, in modo da darvi tempo di conoscervi, di raccontarvi la vostra vita, sentire se pensate assieme, se sentite assieme. Vada adagio, ne sarà ricompensata.

 

Mandate le vostre lettere, scrivete le vostre domande  a  Cristina Cattaneo Beretta (link) .  

Condividi questo articolo

Trovare l'uomo giusto a metà della vita è possibile?

Cristina Cattaneo Beretta

Cristina Cattaneo Beretta (ha aggiunto il nome della mamma al suo) (email) Laureata in filosofia ed in psicologia a Pavia, psicoterapeuta, dottore di ricerca in filosofia delle scienze sociali e comunicazione simbolica, ha condotto studi sul linguaggio simbolico e il suo uso terapeutico (Cristina Cattaneo Il pozzo e la luna ed Aracne). Studia le esperienze di rinnovamento creativo e i processi amorosi, approfondendo in particolare il tema della dipendenza affettiva. Ha pubblicato con Francesco Alberoni: L’universo amoroso (Milano, 2017 ed. Jouvence), Amore mi come sei cambiato (2019 Milano, ed. Piemme Mondadori), L’amore e il tempo (Aracne 2020).

ARTICOLO PRECEDENTEPROSSIMO ARTICOLO
Back to Top