Una squadra invincibile

22 Novembre 2021



Una squadra invincibile
Una squadra invincibile

Il mondo si costruisce nell'embrione raccogliendo sensazioni, dati importanti dell'ambiente per la sopravvivenza; somma di memorie che si stratificano, imbevute di emozioni che tessono la trama dell'esistenza.

Un meccanismo potente di sopravvivenza è mettere nell'altro le immagini delle paure e delle passioni tristi primarie.

Questa proiezione di oscurità lascia posto alla luce della resilienza.

Mi sono chiesta come riescono i Maestri a sopportare il gioco di proiezioni dei loro popoli senza ammalarsi o piombare nella solitudine dell'anima.

Accettare l 'altro con la sua vulnerabilità non basta.  necessario accogliere le sue proiezioni a volte ingiuste, perverse o semplicemente infantili.

Allenarsi ad accogliere, personificare nel tempo i bisogni dell'ambiente può̀ creare uno spazio dove infanzia, adolescenza e vecchiaia vengono vissute come norma ed accettate come nel regno animale senza mentalizzare costruzioni fallimentari. Costruire una squadra di moschettieri dove il "tutti per uno e uno per tutti" diventa l'allegro dogma, può essere l'inizio del superuomo nietzschiano dove Ulisse e Prometeo si scambiano guerre e passioni. Superare il check point del cibo, del denaro, della distribuzione dei compiti, navigando su proiezioni infantili intrise di rabbia, invidia, gelosia, diventa l'allenamento dei Guerrieri della Luce.

Forse gli Dèi si cibano di passioni tristi per aumentare il loro potere, la loro esperienza e l'energia utile nella creazione di mondi possibili.

Se mi pensi egoista, tirchio, dispettoso, mi dai carburante e importanza e questo serve come piccola guarigione anche a te: ti senti meglio.
La fitta rete di proiezioni sociali: buoni, cattivi, giusti, ingiusti, accende percorsi energetici di allenamento e guarigione dalla Scuola d'Infanzia all'Università della Terza età.

I lupi cacciano in branco per non morire di fame.

I Moschettieri per allenarsi si davano tante botte ma si volevano tanto bene.

 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli

Newsletter

Una squadra invincibile

Rossana De Angelis

Psicologa, PHD in human behaviour presso la Jolla University, San Diego - California. Specializzazione in psicoterapia neofreudiana presso “A.S.P.” , junghiana presso “C.I.P.A”; in riabilitazione neuropsicologica clinica presso “LoeWenstein Hospital”, con il prof. Rahamani, Israele, specializzazione in Gruppoanalisi.

Back to Top