L’universo amoroso

18 Giugno 2019



L'universo amoroso
L'universo amoroso

I filosofi e gli psicologi che si sono occupati dell’amore e dell’innamoramento, sono sempre partiti dall’individuo che si innamora di un altro, da cui ottiene di essere ricambiato. Ma abbiamo visto che, partendo in questo modo, spesso si arriva all’amore unilaterale.

Io mi innamoro della persona da cui sono rimasto affascinato ma lui, sebbene io gli piaccia, sebbene facciamo bene all’amore, sebbene lo diverta e sia un buon compagno, non si innamora di me. La sua mente non subisce la rivoluzione che ha subito la mia, non lascia il suo passato, non rinasce insieme a me in quello che Cristina Cattaneo ha chiamato l’Universo Amoroso, l’universo trasfigurato e modificato dall’amore. In questo universo siamo indispensabili l’uno all’altro e ciascuno comprende in profondità il pensiero dell’altro, coglie ogni sua sfumatura del suo animo e vuol costruire con lui una nuova casa, una nuova comunità una nuova patria.

L’innamoramento bilaterale non nasce dall’uno, ma dal due, dallo stato nascente di due persone che si riconoscono nel momento in cui vogliono abbandonare il passato e rinascere mutati. Allora le loro sensibilità entrano in sintonia, i loro pensieri coincidono, dicono le stesse cose con la stesse parole, perché ciascuno impara le parole dell’altro e perché danno alle parole lo stesso  significato. È  realmente la creazione di un linguaggio comune che rende possibile l’intesa in profondità e la scrittura a due mani. Questo processo di conoscenza reciproca, di creazione di concetti e criteri esplicativi ed etici comuni, di nuove espressioni emozionali è la base del vero innamoramento che dura.

Per la sua riuscita bisogna che abbia tempo per svolgersi e non deve essere sostituito dall’incontro sessuale, dove l’immenso piacere da ad entrambi l’impressione di essersi intesi completamente e in profondità quando invece la mente non è stata coinvolta e tantomeno trasformata. Quando l’innamoramento si esprime solo nel letto, vengono ridotte la sua trasformazione creativa intellettuale ed emozionale, la sua potenza rivoluzionaria e le trasformazioni che produce nell’ambiente sociale.

Se l’innamoramento si esaurisce negli incontri a letto, non si crea un nuovo modo di parlare e di pensare, né tantomeno un nuovo mondo sociale. Solo se diventa incontro totale genera una nuova concezione della vita crea un futuro e fa risplendere e durare l’universo amoroso.

Condividi questo articolo

L'universo amoroso

Francesco Alberoni

Laureato in medicina, ordinario di Sociologia a Milano. Ha studiato il divismo L’elite senza potere (1963) ed è stato il fondatore della sociologia dei consumi in Europa: Consumi e società (1964). È il maggior studioso dei movimenti collettivi Movimento e istituzione (1977) e Genesi (1989), è il pioniere degli studi sull’amore: Innamoramento e amore (1979) tradotto in trenta lingue, un tema che ha continuato ad approfondire con L’amicizia (1984) l’Erotismo 1986) Ti amo (1996) Sesso e amore (2006) L’arte di amare (2012) Amore e amori (Edizioni Leima, Palermo, 2016). Con Cristina Cattaneo ha pubblicato L’universo amoroso (2017), Amore mio come sei cambiato (2019) e L’amore e il tempo (2020).

ARTICOLO PRECEDENTEPROSSIMO ARTICOLO
Back to Top