L’universo amoroso e i Fridays for future

18 Aprile 2019



L'universo amoroso e i Fridays for future
L'universo amoroso e i Fridays for future

 Vorrei parlare di un’esperienza che quasi tutti viviamo in certi periodi della nostra vita e il nostro sogno e il nostro problema è farla   durare e farla crescere: è l’esperienza dell’universo amoroso. Potremmo considerarlo anche un mondo in cui entriamo, un modo in cui   scegliamo di vivere. Può definire l'intera nostra esistenza, anche se taluni non ne sono toccati mai. Possiamo raffigurarlo graficamente come un insieme che ha una particolare proprietà: è contrassegnato dalla presenza dell' amore, del riferimento all'etica universale. L'etica universale non è espressione di questa o quella civiltà o ideologia, ma ne costituisce la base fondante. Si   trovano nell'universo amoroso due innamorati, o la madre col suo bambino, l'artista che crea, l'insegnante che si prende a cura il suo allievo e lo porta al suo livello, ma anche chi partecipa a un grande movimento collettivo di rinascita e trasformazione.

L'universo amoroso e i Fridays for future

Per questo racconto  dei giovani che in questi mesi stanno unendosi sempre più numerosi nel movimento spontaneo "Fridays For Future":  leggo nei loro sguardi che sono in  stato nascente,  in loro il  desiderio  di cambiare la situazione si sta trasformando in azione gioiosa e determinata - soprattutto contagiosa.   Io credo che non si fermeranno, che cresceranno sempre più e saranno sempre più uniti. Sono belli gentili tanti e determinati.  Nei loro sguardi leggi un coraggio nuovo: sono usciti dalle isole dell'impotenza, dal mondo ovattato degli smartphone, superando la paura di farsi avanti perchè  hanno capito che per cambiare occorre andare di persona, prendere il treno, l'aereo, il pullmann e incontrarsi,  Farsi vedere uniti, in tanti. Hanno capito che i social non ti fanno cambiare il mondo.  Parlano la stessa lingua, quella dei movimenti nascenti, tante lingue un unico messaggio: il loro pianeta da salvare, quello che i grandi dimenticano, che i politici ignorano.

Le grandi forze motrici della storia sono i movimenti.  Alberoni li ha studiati tutta la vita e ci ha dato le chiavi per riconoscerli .  I veri movimenti allo stato nascente hanno una fortissima energia e imprimono sin da subito al futuro una direzione diversa. Hanno un ideale che li trascende. In un universo cosiffatto, che ha una forte componente utopica, nascono nuovi progetti (perché si è creativi) che  si diffondono, che sembrano  portati in volo da stormi di uccelli. Essi nascono dall’incontro aperto che potenzia le qualità caratteristiche dell’insieme: la gioia, il rispetto, la fiducia, la creatività.

Queste caratteristiche sono tutte presenti in #FridaysForFuture , il movimento ha già contagiato  giovani di tutto il mondo e come spesso accade è nato  in periferia. FFF è nato da  Greta Thumberg, una ragazzina di 16 ani  che  a partire dal mese di agosto  2018 ha iniziato a saltare la scuola,  per  andare a manifestare davanti al Parlamento del suo Paese contro la crisi climatica per far ridurre  le emissioni di CO2. Il battito d'ali di una farfalla dorata si è diffuso in tutto il pianeta.

“I governi sanno ma non fanno”: il pensiero lucido della ragazza si è trasmesso come un contagio positivo, ha risvegliato i giovani che pensavano di non contare, di non poter incidere nelle scelte dei potenti. Questo movimento crescerà, questi ragazzi sono in stato nascente, perciò sono creativi, sono allegri e forti e diverranno sempre più numerosi, sempre più consci di loro stessi e della loro forza. Molti giovani li osservano e li appoggiano dalle loro case; ma presto usciranno e si uniranno a loro. Assisteremo a invasioni pacifiche e allegre di giovani ovunque. A loro si uniranno presto molti scienziati, ricercatori, giovani scienziati e giovani ricercatori e ricercatrici.  In mezzo a loro vi sono le eccellenze che avevano lasciato il paese per trovare un lavoro all'estero, ci saranno anche loro per guardare i loro paesi negli occhi e costringerli ad ascoltarli.

Qual è stato lo snodo determinante del ragionamento di Greta?  Greta dice che se non vi sono soluzioni dentro al sistema bisogna uscire dal sistema, cambiarlo. Una verità psicologica universale. Questi ragazzi si sono accorti che nella casa dove abitano nessuno sta occupandosi del loro futuro e sono usciti seguendo Greta con suo cartello.

L'universo amoroso e i Fridays for future

Il 15 marzo 2019 è avvenuta la prima grande mobilitazione. Poteva essere un episodio, fermarsi li, ma invece si sta trasformando in un vero e proprio movimento internazionale. Iniziative diverse in forme diverse si diffondono ovunque. Si uniranno a loro i ricercatori, gli scienziati,  gli studiosi, i poeti, gli scrittori che condividono un'idea del mondo più evoluta e soprattutto vivono per realizzarla. I giovani trascineranno altri che giovani lo sono dentro. Grazie a Greta hanno smesso di pensare di non esistere, il loro universo è molto ricco e pieno di stimoli. Partecipano alla crescita della cultura e all’evoluzione dell’umanità. Dobbiamo ascoltarli, dobbiamo dare loro la parola e diffondere il loro messaggio perchè si alzi a livello europeo e internazionale.

Questi giovani contestatori sono "nuovi", perchè  chiamano gli scienziati accanto a loro. Vogliono le elite competenti, gli studiosi, i chimici i fisici gli ingegneri i biologi. E' una rivoluzione della conoscenza. Si battono  contro l'ignoranza. Non ho dubbi, richiameranno gli adulti a  dare  impulso ai finanziamenti per la ricerca per  cercare di scoprire nuovi metodi per sconfiggere l'inquinamento, per cambiare stili di vita sin da subito, nelle piccole cose.

Certamente proveranno a strumentalizzarli, hanno già cominciato: nella loro forza di parlare a tutti senza farsi ingoiare ma ottenere cambiamenti di abitudini e comportamenti, si misurerà la loro forza. E' la gente che toccata nel cuore dovrà deciderli se seguirli.

Ciò che caratterizza l’universo amoroso è la sua creatività, è il guardare avanti con la fiducia di una visione a lungo termine: una visione che non rimuove   il passato ma si proietta  con coraggio a realizzare il futuro che immagina. Sa che non vi è altra strada che abitare il futuro.  Questi giovani lo stanno facendo.

Condividi questo articolo

Ultimi articoli

Newsletter

L'universo amoroso e i Fridays for future

Cristina Cattaneo Beretta

Cristina Cattaneo Beretta (ha aggiunto il nome della mamma al suo) (email) Laureata in filosofia ed in psicologia a Pavia, psicoterapeuta, dottore di ricerca in filosofia delle scienze sociali e comunicazione simbolica, ha condotto studi sul linguaggio simbolico e il suo uso terapeutico (Cristina Cattaneo Il pozzo e la luna ed Aracne). Studia le esperienze di rinnovamento creativo e i processi amorosi, approfondendo in particolare il tema della dipendenza affettiva. Ha pubblicato con Francesco Alberoni: L’universo amoroso (Milano, 2017 ed. Jouvence), Amore mi come sei cambiato (2019 Milano, ed. Piemme Mondadori), L'amore e il tempo (Aracne 2020).

Back to Top